calcio cronico

In Italia, una delle panchine con più probabilità di saltare è quella di Delio Rossi alla Lazio.

Il contratto scade a Giugno, lo spogliatoio pare non seguirlo più, e sappiamo bene come si comporta Lotito con i rinnovi in fase di scadenza.

La lista dei candidati papabili comprende Giampaolo, Beretta, Ballardini e Allegri. Le opzioni “del cuore” (Simeone e Giordano) non sembrano percorribili, soprattutto considerato che il presidente biancoceleste difficilmente potrebbe mettere sulla panchina un personaggio troppo amato dagli ultras.

Mai come quest’anno la posizione di Carlo Ancelotti al Milan è stata seriamente in bilico.

Agli occhi della società, il tecnico non ha molte scusanti per il ritardo accumulato dall’Inter, soprattutto vista l’assenza degli impegni di Champions League.

L’eventuale vittoria della Coppa UEFA sarebbe soltanto un palliativo, e Frankie Rijkaard senza panchina un facile suggerimento per Galliani e Berlusconi. Rijkaard ha dimostrato negli anni di saper dirigere una squadra anche fuori dal campo, e il suo status di leggenda rossonera incontra pienamente gli standard espressi dalla società.

Fatte le debite premesse, non ci sono ancora indizi concreti di un avvicendamento, che potrebbe essere facilitato soltanto nel caso in cui Ancelotti, dopo mille battute ed illazioni, prendesse seriamente contatto con Rosella Sensi per un passaggio a Trigoria.